CRISTIANIEVANGELICI
printprintFacebook
 
Pagina precedente | 1 | Pagina successiva
Facebook  

Lettera aperta ad un seguace della newage

Ultimo Aggiornamento: 23/10/2009 16.10
Autore
Stampa | Notifica email    
OFFLINE
Post: 101
Città: TORINO
Età: 37
Sesso: Maschile
22/10/2009 19.08

Lettera aperta ad un new ager 

Cari amici, ho avuto modo di confrontarmi con un Personal Coach e Trainer di PNL.
Qui potete trovare il sito dove abbiamo dialogato:
http://www.piuchepuoi.it/lo-sciamanesimo-di-velentino-rossi-e-di-mike-bongiorno.html

Ho colto occasione per rispondere nei minimi dettagli ad un suo messaggio.
Ecco il mio primo intervento:


Le parole espresse sono molto belle, ma mancano di contenuto. Per avere la Grazia di Dio, la salvezza eterna e vere benedizioni anche in questa vita, non è affatto sufficiente una fiducia ed un ottimismo espressi in termni così generici, ma è indispensabile una fede-fiducia esclusiva nella persona di Gesù Cristo come unico Signore e Salvatore, rigettando totalmente gli insegnamenti del pensiero positivo, legge di attrazione, chakra, reiki, spiriti guida, energie mistiche e della new age. Diversamente anche se si conseguono dei successi nella vita anche grandi, si rimane schiavi di degli spiriti che ci imbrogliano e portano in perdizione. Per approfondire:
http://camcris.altervista.org/newagetab.html
http://www.benmelech.org/testimoni/ruth-marti/ruth-marti.htm
http://www.benmelech.org/testimoni/ueli-wenger/ueli-wenger.htm


Ecco la sua risposta:

Ciao Stefano, grazie mille per il tuo contributo e il tuo punto di vista così forte e sicuro. Anche i tuoi approfondimenti possono essere interessanti se letti con la giusta preparazione.

Sotto certi aspetti inoltre sono totalmente d’accordo con te: non basta esprimere belle parole e avere nobili pensieri perché è necessario far parlare i fatti ed esprimere la nostra personalità con le azioni. In particolare il mio compito è quello di aprire la mente delle persone al loro reale potere, proprio perché evitino di delegare la propria felicità agli altri, a varie pratiche più o meno efficaci o a un’idea astratta. Questo è il motivo per cui espongo sempre prima i risultati delle mie ricerche e poi fornisco gli esercizi pratici che permettono alle persone di sperimentare, valutare e decidere autonomamente. Infatti secondo me è importante aumentare la libertà e la consapevolezza delle persone come individui e come membri di un gruppo più grande. Detto questo, trovo nelle tue parole un atteggiamento che onestamente mi fa un po’ paura: si tratta di una sorta di totalitarismo che nei modi e nell’impronta adottata secondo me rischia di limitare la libertà delle persone invece di aumentarla. Inoltre rischia di essere settario e discriminante: cosa dovremmo pensare del Dalai Lama? E di Yogananda? E di chi segue la strada del sufismo? E di chi ama la poesia del Corano? E cosa dire degli Xingu, la popolazione amazzonica rimasta completamente isolata fino agli anni ‘70? E gli ebrei?

Tutto questo senza considerare la vita di Gesù. Gesù non era più figlio di Dio di quanto lo siamo io o te o qualsiasi altro lettore. E ha dovuto crescere, imparare e studiare.
Sai benissimo che il Nuovo Testamento è molto tardo rispetto agli anni della sua vita e sai che anche i testi esclusi dal Nuovo Testamento ci danno informazioni parziali sull’apprendistato di Gesù. Eppure qualcosa si sa e uno dei più grandi esperti della vita di Gesù antecedente la sua predicazione è Miceal Ledwith, che per anni è stato membro della Conferenza Teologica Internazionale (all’epoca presieduta dall’attuale papa), quindi assolutamente non un esoterista.
E cosa scopriamo sugli anni di studio di Gesù? Sappiamo che è stato in Egitto e che ha avuto modo di partecipare alle lezioni delle scuole misteriche di Horus. Sappiamo che è stato in Tibet, dove ha avuto modo di confrontarsi con il Buddhismo. Ha perfino avuto modo di studiare gli antichi poemi indiani. Inoltre Gesù era un esseno (ricordiamolo: la religione di Gesù era l’ebraismo e gli esseni erano una delle tribù di Israele, il suo nome originario è Joshua Ben Joseph) quindi conosceva perfettamente molti metodi di cura e guarigione e sicuramente aveva studiato la Kabbalah ebraica. Quindi secondo te Gesù vorrebbe per noi un’ubbidienza cieca e acritica? Vorrebbe che vivessimo nell’ignoranza? Vorrebbe che crescessimo soggiogati dai dogmi? Una persona che ha passato la sua vita a studiare, sperimentare, crescere e insegnare vorrebbe la stessa cosa da parte dei suoi allievi, non pensi? E infatti lui stesso ci dice che è venuto per semplificarci la strada, non per percorrerla al posto nostro. Lui stesso ci dice che se seguiamo il suo esempio potremo compiere opere anche più grandi delle sue. Il suo intento non era quello di diventare Dio: lo era già! Il suo intento era quello di spiegarci come fare. Come ricordare. Come vivere una vita degna di ciò che siamo veramente. Questo sì che è un atteggiamento d’Amore! E secondo me è il dono più grande e più bello. La Bibbia è un bellissimo testo, molto più potente di quello che ci insegnano. Eppure anche noi la conosciamo e la studiamo in maniera filtrata e corrotta: ci sono problemi di traduzione, ci sono problemi di fonti, ci sono questioni molto serie di interpretazione e di comprensione. La Bibbia come testo è stata redatta partendo da informazioni Sumere ed Egizie, mentre come strumento è stata codificata: si tratta infatti di un codice, un codice molto potente e preciso. Secondo te l’intento originario dei redattori di questo poderoso caposaldo della nostra civiltà era quello di creare degli schiavi? Oppure desideravano fornirci delle soluzioni e delle chiavi per raggiungere la libertà?

Occorre arrivare in profondità nelle cose e tu questo lo sai bene. Hai il vantaggio di avere una fede così salda, perché non la usi per aumentare la tua consapevolezza, la tua conoscenza, il tuo Amore e di conseguenza la tua capacità di guidare con l’esempio?

Ora, a seguire riprenderò l'intervento di Mattia punto per punto, confrontandolo con la Parola di Dio e le verità storiche oggettive:

Mattia:“Ciao Stefano, grazie mille per il tuo contributo e il tuo punto di vista così forte e sicuro. Anche i tuoi approfondimenti possono essere interessanti se letti con la giusta preparazione.Sotto certi aspetti inoltre sono totalmente d'accordo con te: non basta esprimere belle parole e avere nobili pensieri perché è necessario far parlare i fatti ed esprimere la nostra personalità con le azioni” 

Caro Mattia, mi ha fatto molto piacere la tua risposta. Spero che il dialogo tra di noi, possa essere di conforto, incoraggiamento e benedizione, non solo per noi, ma anche per tutti coloro che ci leggono. Sollevi molti punti, che meriterebbero un grosso approfondimento; per ragioni di spazio dovrò risponderti in modo limitato, darò a te ed ai lettori, dei link a dei siti per approfondire, man mano che affronterà il discorso.
 Dici giustamente che è necessario far parlare i fatti ed esprimersi con le azioni, ed è vero. Ma quale deve essere la radice del cambiamento? La Bibbia ci dice che è Gesù. Lui solo è la risposta.  Ogni scuola spirituale, ogni forma di crescita personale che non sia Cristocentrica al 100%, ci porta fuori strada dal pieno adempimento del nostro destino eterno. Ribadisco (a scanso di equivoci) che anche senza Gesù è possibile avere delle realizzazioni morali, spirituali, o raggiungere degli obbiettivi materiali, pensiamo ad Anthony Robbins o Roy Martina... tuttavia senza un cuore rigenerato dalla persona di Cristo, anche loro rimangono fuori strada dal pieno adempimento de loro destino perfetto.  Hai mai sentito parlare del pastore Rick Warren (il pastore che ha pregato per Obama il giorno del suo insediamento alla Casa Bianca!) o del pastore Joel Osteen? Pur essendo dei cristiani evangelici di perfetta ortodossia biblica, nel loro insegnamento includono anche molti consigli motivazionali del genere che tu insegni. E non sono i soli nell'ambito, ma ci sono anche parecchi altri! (purtroppo ancora poco noti in Italia) 

http://www.evangelici.net/notizie/1229602741.html

http://www.joelosteen.com/Pages/Index.aspx

http://www.purposedrivenlife.com/en-US/Home/home.htm 

Il messaggio di Gesù è stato spesso insegnato in modo enormemente distorto dalle chiese ufficiali, tanto che la maggior parte delle persone lo ha rigettato completamente. Abbiamo così un gruppo di persone che credono in Gesù in modo molto bigotto e limitante, mentre altre persone che sono state deluse dal primo gruppo, sono arrivate a “gettare via il bambino insieme al pannolino sporco” ed ormai credono che Gesù Cristo sia soltanto uno dei tanti avatar o guru o maestri spirituali passati in mezzo alla storia umana.
 Mattia:“In particolare il mio compito è quello di aprire la mente delle persone al loro reale potere, proprio perché evitino di delegare la propria felicità agli altri, a varie pratiche più o meno efficaci o a un'idea astratta. Questo è il motivo per cui espongo sempre prima i risultati delle mie ricerche e poi fornisco gli esercizi pratici che permettono alle persone di sperimentare, valutare e decidere autonomamente. Infatti secondo me è importante aumentare la libertà e la consapevolezza delle persone come individui e come membri di un gruppo più grande” Ciò che fai è un lavoro molto bello e nobile. Anni fa ho fatto un corso di memoria, lettura rapida e motivazione che mi è stato di grande beneficio nel preparare gli esami universitari in molto meno tempo, alzando di un bel po' i voti,  ed infine conseguire la Laurea. A me piace essere molto realista, e ci sono due aspetti che devo assolutamente evidenziarti: 1) Nonostante nell'ambiente della formazione si presentino continuamente dei successi clamorosi da parte di molte persone, in realtà la maggior parte di coloro che frequentano questi corsi, oserei dire i due terzi, dopo l'entusiasmo iniziale tornano alla solita vita quotidiana, senza alcun miglioramento. Anzi talvolta le cose sono molto peggiori, perché vedono che nonostante l'impegno, le difficoltà che hanno, non si risolvono. Svaniscono le emozioni positive, ed il ritorno nella dura realtà ha un effetto devastante. Questo molte volte avviene non certo per colpa dei formatori, ma sopratutto per negligenza delle persone, che magari non si impegnano a sufficienza, ma i fatti sono questi. Altro aspetto negativo da evidenziare è il fatto che questi corsi costano talvolta anche 1000 euro, se non molto di più, e rendersi conto che non sono serviti quasi a nulla, dà un tantino fastidio.  Va anche detto che la PNL e tutte le altre tecniche di formazione ed automotivazione di questi seminari, diversamente da come si fa comunemente credere nell'ambiente, non si sono mai dimostrate davvero capaci di produrre risultati duraturi. Non hanno mai superato dei test scientifici rigorosi ed accurati. 

http://www.cicap.org/new/articolo.php?id=101621

http://www.seduction.net/riv1a001407.htm 

2) Veniamo ora all'altro lato della medaglia: coloro che ottengono dei forti benefici da questi corsi, e magari riescono a risolvere dei problemi concreti: trovare finalmente un lavoro soddisfacente, una fidanzata/o, superare esami difficili, ecc. Questo tipo di persone dopo essersi resi conto del successo ottenuto, tende ad inorgoglirsi in modo spropositato, ed a guardare dall'alto in basso parenti, amici e conoscenti che non sono in questa realtà della formazione. Non è raro che qualcuno lasci adirittura il coniuge, perché “non abbastanza evoluto” per il suo nuovo sè! L'aspetto che mi preme sottolineare  più ancora di tutti gli altri finora elencati, è che il problema fondamentale dell'uomo non è la disoccupazione, la timidezza, la difficoltà di apprendere, ecc. ma il peccato. Non parlo di “un” peccato quale mentire, rubare, ecc. ma “del” peccato. Si tratta della condizione naturale in cui tutti nasciamo che consiste nella lontananza da Dio, nel “mancare il bersaglio” rispetto a ciò che dovremmo essere.
 “Gesù disse loro questa parabola: "La campagna di un uomo ricco fruttò abbondantemente; egli ragionava così, fra sé: "Che farò, poiché non ho dove riporre i miei raccolti?" E disse: "Questo farò: demolirò i miei granai, ne costruirò altri più grandi, vi raccoglierò tutto il mio grano e i miei beni, e dirò all'anima mia: "Anima, tu hai molti beni ammassati per molti anni; ripòsati, mangia, bevi, divèrtiti"". Ma Dio gli disse: "Stolto, questa notte stessa l'anima tua ti sarà ridomandata; e quello che hai preparato, di chi sarà?" Così è di chi accumula tesori per sé e non è ricco davanti a Dio"” (Lc 12,16-21). 

N.B. Va bene mangiare, bere, divertirsi, accumulare denaro, migliorarsi nel lavoro e nella formazione. Non sono cose negative! Il problema nasce solo quando queste cose prendono il  posto di importanza e centralità che spetta solo a Gesù Cristo ed al suo vangelo! = essere ricchi davanti a Dio.
[Modificato da StudiosoDellaBibbia 23/10/2009 16.10]
Mercoledì 18 ottobre (Coppa Italia di serie C): Albinoleffe - MONZAblog191274 pt.19/10/2017 21.03 by Monza72
Lavinia SpingardiTELEGIORNALISTE FANS FORU...39 pt.19/10/2017 23.07 by @picpus@
ANNA CIRIANI-MADAMEWEBexteme sexuality31 pt.19/10/2017 23.16 by singolarmente77
OFFLINE
Post: 101
Città: TORINO
Età: 37
Sesso: Maschile
22/10/2009 19.10

I primi esseri umani esistiti sulla terra (se siano stati creati da Dio direttamente, o l'anello finale di una catena evolutiva di milioni di anni è ora per noi irrilevante) erano stati posti da Dio in una condizione di pace, felicità, gioia, benessere assoluti. Dio voleva e vuole questo oggi per le persone. Disse solo loro di non cibarsi del frutto dell'albero della conoscenza del bene e del male, cioè di evitare di voler essere “dei di se stessi” e di rimanere in una relazione di amore con Lui. Successivamente una creatura spirituale negativa cercò di minare la fiducia che i primi uomini avevano in Dio e li spinse alla ribellione, a voler essere dei di se stessi e di decidere da se cosa è giusto e cosa è sbagliato, senza consultare il loro Creatore. Satana riuscì nel suo intento, e questo portò gli uomini alla rovina, non fu Dio a punirli, ma la conseguenza stessa del loro comportamento, un po' come quando qualcuno si uccide andando forte in automobile, la colpa non è della polizia che cerca di avvisarlo dal fare ciò che è sbagliato, ma solo sua. http://www.riforma.net/corsi/custodis/custod_cinque.htm 

Mattia:“Detto questo, trovo nelle tue parole un atteggiamento che onestamente mi fa un po' paura: si tratta di una sorta di totalitarismo che nei modi e nell'impronta adottata secondo me rischia di limitare la libertà delle persone invece di aumentarla”
 Prima di tutto ti rassicuro nel modo più assoluto. Ti garantisco che nella Parola di Dio, per chi ama e serve Dio, non c'è assolutamente nulla di cui avere paura: 

"Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore! In questo si è manifestato per noi l'amore di Dio: che Dio ha mandato il suo Figlio unigenito nel mondo, affinché, per mezzo di lui, vivessimo" (1Gv 4,8-9).
 

"Ora sappiamo che tutte le cose cooperano al bene di quelli che amano Dio" (Rom 8,28)
 

Mattia:“Inoltre rischia di essere settario e discriminante”
 

Caro Mattia, prima di tutto dobbiamo fare una premessa. Il nostro desiderio è cercare cosa è vero, cosa fa davvero la differenza in meglio nella vita delle persone comuni, oppure ciò che è popolare, consueto, abitudinario, che piace sentire alle masse? La medicina può anche sembrare amara quando la si prende, ma è meglio questo o morire di malattia, subendo peraltro dolori molto maggiori che quelli di una medicina amara?
 

Mattia:“Cosa dovremmo pensare del Dalai Lama? E di Yogananda? E di chi segue la strada del sufismo? E di chi ama la poesia del Corano? E cosa dire degli Xingu, la popolazione amazzonica rimasta completamente isolata fino agli anni '70? E gli ebrei?”
 

Ti posso rispondere: cosa dovremmo pensare di me stesso in primo luogo! Io dalla mia prima infanzia sino ai 20 anni sono sempre stato un cattolico praticante, ho frequentato il catechismo, fatto la prima comunione, la cresima, andavo a messa sempre almeno tre domeniche al mese, pregavo quasi tutti i giorni, mi confessavo spesso, avevo anche idea di diventare un sacerdote. Tuttavia questo non bastava a riempire il mio cuore e la mia vita, finché decisi di lasciare perdere il cristianesimo e di fare una lunga ricerca spirituale che mi portò a praticare cose come Scientology, il Buddismo di Nichiren Daishonin, la Magia nonché frequentare il mondo della formazione e motivazione, un po' come ha fatto Miceal Ledwith di cui mi hai parlato.
 Un giorno conobbi delle persone che mi parlarono di Gesù in un modo nuovo, in un modo totalmente diverso, presentandomelo come colui che poteva davvero sfamare e dissetare tutta la mia fame e sete di verità, liberarmi dal peccato, darmi la certezza di essere in cielo un giorno, entrare nella mia vita. Non erano solo  parole, ma era una forza enorme, potentissima e soprannaturale che poteva manifestarsi nella mia vita. Io lo accolsi, e pregando con loro, in quell'istante mi resi conto che sino a quel momento non avevo conosciuto assolutamente nulla di chi è realmente il Signore, non avevo minimamente compreso cosa era la vera salvezza biblica. Se fossi morto prima di quel giorno, sarei andato sicuramente all'inferno, ma da quel giorno in poi so che il cielo è il mio destino eterno. 

Quindi per essere realmente salvati, essere davvero nel “gregge del buon pastore”, non solo è necessario essere dei cristiani con una sana teologia ortodossa basata sulla Bibbia, ma anche sperimentare un incontro reale e potente con Cristo nel proprio cuore, di modo che egli ci attesti di appartenergli. Serve una profondissima conversione del cuore. La maggior parte dei preti e delle suore, è completamente estranea a conoscere davvero Gesù, a causa degli errori dottrinali della chiesa cattolica, e questo spiega perché sono così deboli ed impreparati, e perché menzogne infernali come le filosofie new age alla “crea il tuo mondo coi tuoi pensieri” o “decidi del tuo destino con la tua volontà” sembrano più attendibili e credibili.
 Riguardo ai popoli che non hanno ancora ricevuto il vangelo, va detto che diversi missionari andando in diverse terre sperdute in tutto il mondo, dall'Africa, all'Asia all'America del sud, hanno fatto una scoperta sconcertante. In tutto il mondo erano (e sono tutt'oggi) disseminate delle tribù o piccoli gruppi che credevano in un solo Dio in cielo, che non praticavano alcuna forma di magia o stregoneria, e che avevano delle antiche profezie secondo cui un giorno questo Dio si sarebbe rivelato a loro in modo ancora più completo e definitivo di quanto conoscevano sino a quel momento. E che questa rivelazione sarebbe arrivata tramite un libro sacro portato laggiù da degli stranieri con la pelle chiara (europei ed americani ovviamente!) Degli stranieri con la pelle chiara che portano a conoscere l'antico Dio di questi popoli con la pelle scura, quale migliore forma di antirazzismo? Vedi qui ad esempio: http://camcris.altervista.org/monoteismo.html 

In realtà tutti i popoli in origine erano monoteisti, conoscevano e servivano il Dio unico e vero, ma si sono allontanati da lui cadendo nel politeismo ed in altri insegnamenti errati e distorti. Quindi anche i popoli più lontani  e sperduti hanno sempre avuto un minimo di luce, di testimonianza del vero ed unico Dio. Va da sé che quando sono arrivati i missionari cristiani costoro hanno subito riconosciuto nel Dio del vangelo, il Dio del cielo di cui avevano parlato i loro antenati. Un altro esempio: ti è mai successo che un amico ti presti le sue chiavi? Hai in mano un mazzo con molte chiavi che non conosci; può apparire settario dire che solo una chiave aprirà la porta di casa, eppure non sarà la buona volontà o delle considerazioni di amore universale a permetterti di aprire la porta. Dovrai provare pazientemente tutte le chiavi, sino a trovare l'unica che effettivamente apre la porta. Ce ne saranno anche alcune molto simili a quella vera, ma che comunque non aprono la porta e ti fanno stare fuori al freddo. Gesù è colui che apre o chiude tutte le porte: 

Queste cose dice il Santo, il Veritiero (Gesù), colui che ha la chiave di Davide, colui che apre e nessuno chiude, che chiude e nessuno apre” (Ap 3,7) 

Tutto questo senza considerare la vita di Gesù. Gesù non era più figlio di Dio di quanto lo siamo io o te o qualsiasi altro lettore. E ha dovuto crescere, imparare e studiare.
 

Gesù era ed è Dio Figlio, una delle tre persone del Dio trino. Egli si è incarnato con il preciso scopo di redimere gli uomini dal peccato in cui erano caduti ribellandosi a Dio, come abbiamo visto prima. Egli esisteva in cielo da tutta l'eternità prima di incarnarsi, mentre noi prima di nascere non esistevamo. Egli è Figlio di Dio Padre per natura. Anche i primi uomini creati da Dio erano figli di Dio, ma in seguito alla loro ribellione (peccato originale) hanno perso questo status per sempre. Ma Gesù è venuto proprio per questo: per ridare agli uomini, se lo accolgono come Signore e Salvatore, la figliolanza divina. Pertanto chi riceve Gesù diventa anch'egli figlio di Dio, ma lo è solo per adozione, non per natura.
 La Bibbia è molto chiara: 

a tutti quelli che l'hanno ricevuto (Gesù) egli ha dato il diritto di diventar figli di Dio: a quelli, cioè, che credono nel suo nome” (Gv 1,12)
 

Solo chi vive questa profonda e radicale conversione a Cristo, è considerato da Dio come suo figlio.
Anche io, sino a prima della mia conversione a Cristo, non ero un figlio di Dio, ma un figlio di ira. Chi non ha ancora conosciuto il Signore in questo modo, è figlio di Dio solo potenzialmente. E' molto pericoloso dire che “tutti siamo figli di Dio” perché illude le persone di essere a posto così come sono, e di potere fare a meno di Gesù. Il diritto di essere figli di Dio si acquisisce non per nascita, ma per la fede in Gesù Cristo come Dio e Salvatore. 

"Dio ha vivificato anche voi, voi che eravate morti nelle vostre colpe e nei vostri peccati, ai quali un tempo vi abbandonaste seguendo l'andazzo di questo mondo, seguendo il principe della potenza dell'aria, di quello spirito che opera oggi negli uomini ribelli. Nel numero dei quali anche noi tutti vivevamo un tempo, secondo i desideri della nostra carne, ubbidendo alle voglie della carne e dei nostri pensieri; ed eravamo per natura figli d'ira, come gli altri
” (Ef 2,1-3)
 

Gli uomini nella condizione naturale non sono figli di Dio, ma figli di ira. Sono destinati alla condanna nel mondo a venire e ad una sofferenza [tutti gli esseri umani soffrono] senza senso [mentre la sofferenza del credente non è priva di significato, ma dal male Dio trae del bene per insegnarci delle cose!] già in questa vita. Paolo che scriveva agli efesini non si considerava migliore delle persone comuni, ma anzi ricorda ai cristiani di Efeso che loro non erano migliori degli altri, ma venivano dalla stessa condizione di schiavitù spirituale.
[Modificato da CristianoRiformato 22/10/2009 19.12]
OFFLINE
Post: 101
Città: TORINO
Età: 37
Sesso: Maschile
22/10/2009 19.13

Può sembrare ad una prima lettura che sia ingiusto che Dio lasci soffrire il genere umano per le scelte fatte dai propri antenati, ma questo fa parte della natura stessa della realtà. Immagina che un uomo molto ricco, regali ville, terreni, e molte proprietà ad un uomo e ad una donna. Costoro anziché fare fruttare il capitale, lo sperperano e scialacquano e si ritrovano dopo alcuni anni a vivere in estrema povertà. Un giorno questa coppia ha dei figli che senza nessuna loro colpa, si trovano a vivere nella povertà, e non nella ricchezza, come avrebbe voluto il ricco signore che aveva donato grandi cose ai loro genitori. 

Questa è la realtà, questo sono le regole. Se premi il grilletto ad una pistola carica, anche se sei sincero e non vuoi fare male a nessuno, chi si trova davanti alla pistola e si prende il proiettile dentro di sé, ne riceve un grosso danno. Se hai mangiato un cibo velenoso, pensando che sia buono, il veleno ti danneggia lo stesso a meno che non prendi l'antidoto. Se sei un uomo nella condizione naturale di peccato in cui sono tutti gli uomini dal peccato originale ed oggi, e non ricevi Gesù, rimarrai nei tuoi peccati e sarai giustamente condannato da Dio. 
 

Cose come il proiettile, il veleno, il peccato sono principi impersonali di distruzione che non ragionano, non pensano, ma semplicemente distruggono senza preoccuparsi minimamente della buona fede di chi viene danneggiato da loro.
 Gesù viene chiamato il Salvatore, perché senza di lui l'uomo è già condannato. Chi rifiuta Gesù rimane sotto la condanna divina, chi lo riceve viene riscattato: chi riconosce Gesù partecipa anche della sua opera di espiazione: Gesù ha sofferto sulla croce prendendo su di sé la punizione dei peccati di tutti gli uomini. Io te, o qualunque lettore ha necessità assoluta di credere in Gesù per ricevere l'espiazione dei propri peccati, se vuole uscire dalla condanna in cui già si trova per natura. 

Chi crede in Gesù partecipa della sua condizione di Figlio, ed anche di Re, per questo la Bibbia ci promette che regneremo con Lui nel mondo a venire. Bada bene che non si tratta di un ingenuo “mega-giardino utopico” alla testimoni di Geova, ma del fatto che Dio ha promesso per chi lo serve, di innalzarlo alla sua condizione regale e celeste facendolo partecipare del suo potere in un universo rigenerato!
 

"Se abbiamo costanza, con lui anche regneremo”
(2Tim 2,12)
 

“Chi vince lo farò sedere presso di me sul mio trono, come anch'io ho vinto e mi sono seduto con il Padre mio sul suo trono”
(Ap 3,21)
 

Co-regnare con Cristo sull'universo intero ti sembra un traguardo da poco?
 

Mattia:“Sai benissimo che il Nuovo Testamento è molto tardo rispetto agli anni della sua vita”
 

Parli influenzato dalla critica modernista e liberale del NT che fa di tutto per fare apparire la Bibbia non Parola di Dio ma una miscela di mitologia, superstizioni e bugie. Io so che la Parola di Dio invece è verità, è rivelazione e se la analizzi a fondo ti renderai conto che è perfettamente coerente. Il vangelo di Matteo è stato scritto nel 50 d.C. da Matteo Levi ed il vangelo di Marco nello stesso periodo da Marco che era il segretario e compagno di ministero di Pietro. Pietro e Matteo  sono stati con Gesù durante gli anni della sua vita pubblica. Luca, autore del terzo vangelo era un medico ed uno storico di professione e compagno di apostolato di Paolo. Giovanni, autore del quarto vangelo era uno dei dodici apostoli, l'unico rimasto vicino a Gesù mentre era in croce, al momento della sua morte. E' vero che Giovanni ha scritto il suo vangelo nel 90 d.C., ma dopo 60 anni di ministero apostolico e di predicazione della Parola di Dio, da un testimone oculare. 
 

“Infatti vi abbiamo fatto conoscere la potenza e la venuta del nostro Signore Gesù Cristo, non perché siamo andati dietro a favole abilmente inventate, ma perché siamo stati testimoni oculari della sua maestà”
(2Pt 1,16)
 

“Quel che era dal principio, quel che abbiamo udito, quel che abbiamo visto con i nostri occhi, quel che abbiamo contemplato e che le nostre mani hanno toccato della parola della vita (poiché la vita è stata manifestata e noi l'abbiamo vista e ne rendiamo testimonianza, e vi annunziamo la vita eterna che era presso il Padre e che ci fu manifestata), quel che abbiamo visto e udito, noi lo annunziamo anche a voi, perché voi pure siate in comunione con noi; e la nostra comunione è con il Padre e con il Figlio suo, Gesù Cristo”
(1Gv 1,1-3)
 

Mattia:“e sai che anche i testi esclusi dal Nuovo Testamento ci danno informazioni parziali sull'apprendistato di Gesù. Eppure qualcosa si sa e uno dei più grandi esperti della vita di Gesù antecedente la sua predicazione è Miceal Ledwith, che per anni è stato membro della Conferenza Teologica Internazionale (all'epoca presieduta dall'attuale papa), quindi assolutamente non un esoterista. E cosa scopriamo sugli anni di studio di Gesù? Sappiamo che è stato in Egitto e che ha avuto modo di partecipare alle lezioni delle scuole misteriche di Horus. Sappiamo che è stato in Tibet, dove ha avuto modo di confrontarsi con il Buddhismo. Ha perfino avuto modo di studiare gli antichi poemi indiani. Inoltre Gesù era un esseno (ricordiamolo: la religione di Gesù era l'ebraismo e gli esseni erano una delle tribù di Israele, il suo nome originario è Joshua Ben Joseph) quindi conosceva perfettamente molti metodi di cura e guarigione e sicuramente aveva studiato la Kabbalah ebraica”
 

Esistono oggi molti testi che presentano una vita alternativa di Gesù. Secondo alcuni è stato in Egitto, per altri in India, per altri in Tibet, per altri in Cina, per altri in Giappone, per altri adirittura nel nord America. Prima di tutto a quale autore dovremmo credere? A chi dice che è stato in Tibet o a chi dice che si è formato in Giappone? Tutte questi “passati alternativi”, si escludono a vicenda. Ho notato che in genere i cultori di questo “Gesù segreto” hanno su di lui le idee che corrispondono al libro che hanno letto. Ad esempio se uno legge un libro che dice che Gesù si era formato in Giappone, pensa questo; così come pensa sia andato in Tibet se il libro che ha letto lo presenta come un discepolo dei buddisti tibetani.
 Caro Mattia, io sono una persona a cui piace approfondire, che non si ferma al “sentito dire” e che vuole fonti sicure e garanzie solide. In realtà non c'è alcuna prova storica né documento di questi viaggi, se non a partire dalla fine del XIX secolo quando cominciarono ad essere diffuse queste spiegazioni del “Gesù alternativo” che ha viaggiato in Oriente.  

Massimo Introvigne ha fatto una ricerca storica in questo ambito e la conclusione è che questi miti iniziano nel 1890 circa ad opera di un certo Notovitch, che avrebbe letto le prove del passaggio di Gesù in un monastero tibetano. Chissà perché questi documenti che proverebbero la presenza di Gesù in quel monastero, così come tutti gli altri similari, non sono mai stati mostrati al pubblico o fatti analizzare ad un pool di esperti.
 http://camcris.altervista.org/segreticr.html 

Ci sono i vangeli apocrifi, ma tutti gli studiosi sanno che si tratta di documenti tardivi, creati dalla fantasia popolare. Basti  pensare che uno di questi vangeli narra di Gesù bambino che gioca con Giuda Iscariota bambino, Giuda fa un dispetto a Gesù. Lui si arrabbia e lo maledice e Giuda cade a terra morto. Poi arriva la mamma di Giuda che supplica Gesù di farlo rivivere, Gesù tira un calcio al cadavere di Giuda e questo si rialza improvvisamente sanato. E' evidente lo stile fiabesco ed il contrasto con i vangeli canonici. Il bue e l'asinello nel presepe della tradizione cattolica, come Gesù bambino che fa degli uccelli col fango a cui dà vita soffiando, vengono proprio da questi falsi vangeli, così come la dottrina dell'assunzione di Maria [La quale morì serenamente come una semplice cristiana, al pari di tutte le altre donne di Dio].
 
http://www.centrouniversitariorimini.it/cud_file/Vangeli%20canonici%20e%20vangeli%20apocrifi.ppt 

Poi ci sono i vangeli gnostici che sono un miscuglio delle idee del Nuovo Testamento con la filosofia greca del II e III secolo. Infatti è questa la datazione dei testi gnostici, sono di più di 100 anni successivi a quelli canonici ed usano delle forme letterarie e delle modalità espressive che non possono essere del I secolo. Un po' come se si trovasse un testo in italiano datato al 1850, ma che usa lo stesso slang dei ragazzi del 2009 nelle discoteche, non ti sembrerebbe un tantino sospetto?
 
http://www.chiesacristianabiblica.com/web-data/Eventi%20Speciali/PP/CodicedaVinci.ppt
[Modificato da CristianoRiformato 22/10/2009 19.17]
OFFLINE
Post: 101
Città: TORINO
Età: 37
Sesso: Maschile
22/10/2009 19.18

Miceal Ledwith è uno degli esempi più chiari della debolezza del cristianesimo istituzionale. Una persona che è ai vertici di una chiesa dove non si predica correttamente la Parola di Dio, che quindi mancando della reale conoscenza personale di Gesù come Signore e Salvatore, cerca altrove. Un po' come chi si trova assetato e col proprio pozzo secco, si vada a dissetare presso le sorgenti velenose dell'induismo. Invece la risposta sta nell'incontro personale con Gesù e con la conoscenza della salvezza. Va specificato che lo stesso Ledwith finché è stato cristiano non credeva alle tesi esoteriche sul “Gesù in oriente”, ma ha aderito a queste tesi solo dopo avere abbandonato il cristianesimo! (Infatti l'esoterismo ed il cristianesimo sono totalmente inconciliabili. Sono rispettabili entrambe le scelte, ma non è rispettabile ingannare le persone facendo loro credere che siano due sistemi di credenza compatibili). 
http://en.wikipedia.org/wiki/Michael_Ledwith 

E' tuttavia vero che Gesù è stato per un certo tempo in Egitto, ma è avvenuto quando era un bambino piccolo, con sua madre ed il suo padre putativo, quando stavano fuggendo da Erode che voleva ucciderlo. Dopo la morte di Erode ritornarono in Israele, come si legge nei primi capitoli del vangelo di Matteo. 

Mattia: Quindi secondo te Gesù vorrebbe per noi un'ubbidienza cieca e acritica?
Vorrebbe che vivessimo nell'ignoranza?Vorrebbe che crescessimo soggiogati dai dogmi? 

Potresti gentilmente indicarmi dove è scritto nella Bibbia che Gesù abbia detto “ubbiditemi ciecamente ed acriticamente, siate ignoranti e soggiogati dai dogmi” ? Cerca pure nel Nuovo Testamento e non vi troverai niente di queste parole.  Vi troverai invece insegnato che l'uomo è perduto, senza relazione con Dio, sotto la schiavitù di Satana e che Gesù ha dato il suo sangue (se hai visto il film “The Passion” di Mel Gibson puoi avere un'idea di quanto gli sia costato caro!) per salvarci da una vita senza significato e senso in questo mondo e piena di dolore e tormenti nel mondo a venire.  

Chi accetta Gesù come Signore e Salvatore viene liberato dalla mancanza di senso e dai falsi insegnamenti come la reincarnazione [si vive una volta sola!] e dalla confusione dell'universalismo e sincretismo religioso [solo Gesù salva!] ed ha la certezza dopo la morte di entrare nella pace e nella gioia assolute ed infinite. 
 Ciò che invece attribuisci al cristianesimo è solo il vago e lontano ricordo distorto dal tempo di un'educazione cattolica, non la vera Parola di Dio. Gesù infatti vuole che facciamo una ricerca spirituale seria ed onesta, fatta di conoscenza, luce, e rivelazione diretta del cuore di Dio.  Ciò che ti sfugge è che io (e moltissimi altri) siamo arrivati alla massima fiducia nel Nuovo Testamento, proprio dopo avere esaminato seriamente i percorsi alternativi, primi fra tutti il newage, il potenziale umano, ecc.  Conosci ad esempio la storia di Rabindranath R. Maharaj il quale era lui stesso un guru indù (onorato e seguito da centinaia di persone) prima di essere salvato da Gesù?
http://www.lanuovavia.org/morte-di-un-guru.pdf 

Gli stessi metodi di ricerca storici e critici che i teologi liberali applicano alla Bibbia, che risultati danno se applicati a queste teorie del Gesù segreto? La polverizzazione assoluta di queste teorie.
 Pensa che secondo gli esseni, era importantissimo mangiarsi purificando le proprie mani con dell'acqua e delle regole rituali. Invece Gesù condannava queste pratiche di lavaggi sacri, ed era persino accusato dai farisei (i quali avevano le stesse usanze di lavaggi sacri) di essere un eretico: 

Essi videro che alcuni dei suoi discepoli prendevano i pasti con mani impure, cioè non lavate. (Poiché i farisei e tutti i Giudei non mangiano se non si sono lavate le mani con grande cura, seguendo la tradizione degli antichi;  e quando tornano dalla piazza non mangiano senza essersi lavati. Vi sono molte altre cose che osservano per tradizione: abluzioni di calici, di boccali e di vasi di rame).  I farisei e gli scribi gli domandarono: "Perché i tuoi discepoli non seguono la tradizione degli antichi, ma prendono cibo con mani impure?" E Gesù disse loro: "Ben profetizzò Isaia di voi, ipocriti, com'è scritto: "Questo popolo mi onora con le labbra, ma il loro cuore è lontano da me” (Mr 7,2-6)
 

Se Gesù era un esseno, perché insegna qualcosa di completamente opposto all'essenismo?
Ci sono molte prove che dimostrano che Gesù non era un esseno, ma del tutto opposto ad esso:   

http://ultimaepoca.blogspot.com/2008/06/gesu-non-era-esseno.html

http://www.effedieffe.com/rx.php?id=724%20&chiave=La 

Come ha potuto Gesù studiare la Kabbalah nel I secolo, quando sappiamo che essa è nata tra i rabbini a partire dal VII-VIII secolo, quindi 800 anni dopo? Un po' come dire che Francesco d'Assisi nel 1200 ha visto in televisione l'Apollo 11 che sbarcava sulla luna... [2000-1200=800]!
 
http://it.wikipedia.org/wiki/Cabala 

Perché Gesù avrebbe dovuto studiare in Egitto i misteri di Horus, quando egli conosceva benissimo la Torah e la legge di Mosè, nella quale c'è scritto chiaramente che gli dei pagani (come Horus) sono solo  demoni, spiriti impuri e che la potenza di Dio era molto superiore a quella degli dei di tutte le altre nazioni? 
 

Il Signore è grande e degno di sovrana lode; egli è tremendo sopra tutti gli dei. Poiché tutti gli dei delle nazioni sono idoli vani; il Signore, invece, ha fatto i cieli” (Sal 96,4-5) 

(Purtroppo il male ed i suoi emissari... esistono. Ma non hanno calzamaglia rossa, tridente e corna, ma si tratta di entità intelligenti capaci di nascondersi molto bene e di rovinare la vita delle persone, un po' come dei supervirus in un pc...)
 Quando Dio ha colpito gli egiziani con dieci piaghe, come grandine, oscurità, invasioni di rane, cavallette, gli dei egiziani come Horus non hanno potuto fare nulla per proteggere i loro adoratori. Quando il faraone lanciò il suo esercito ad inseguire gli ebrei nel mar rosso, nessun dio egizio potè impedire al Dio vero di rilasciare l'acqua sull'esercito del faraone! 

Quindi il SIGNORE disse a Mosè: "Di' ad Aaronne: "Stendi il tuo bastone, percuoti la polvere della terra ed essa diventerà zanzare per tutto il paese d'Egitto"". Essi fecero così. Aaronne stese il braccio con il suo bastone, percosse la polvere della terra e ne vennero delle zanzare sugli uomini e sugli animali. Tutta la polvere della terra diventò zanzare per tutto il paese d'Egitto. I maghi cercarono di fare la stessa cosa con le loro arti occulte per produrre le zanzare, ma non poterono. Le zanzare infierivano sugli uomini e sugli animali” (Es 8,16-18)
 

Il potere della magia, dell'esoterismo, dei misteri degli dei pagani esiste, ed è dato da Satana ma è molto inferiore a quello del Dio vero. La maggior parte dei maghi che affollano giornali, web, tv private, ecc. sono solo profittatori affamati di denaro, ma alcuni hanno davvero dei poteri donati loro dal diavolo.
 Se effettivamente Gesù avesse studiato in paesi esteri, avrebbe predicato senz'altro il culto a divinità pagane (dei tibetani/giapponesi/indiani/egiziani/babilonesi/ecc). Questo  per gli ebrei era idolatria, e nessun ebreo avrebbe accettato il suo messaggio. Invece egli si poneva come il Re Messia che tutti i giudei allora aspettavano, non come colui che predicava un Dio straniero, ma come il Re di Israele, il Figlio di Dio mandato da Dio ad adempiere le promesse dei profeti. Gesù era un semplice falegname, e le persone si stupivano della conoscenza che aveva della Parola di Dio; non aveva fatto gli studi ufficiali come i “seminari” dell'epoca! 

I Giudei si meravigliavano e dicevano: "Come mai conosce così bene le Scritture senza aver fatto studi?" Gesù rispose loro: "La mia dottrina non è mia, ma di colui che mi ha mandato. Se uno vuol fare la volontà di lui, conoscerà se questa dottrina è da Dio o se io parlo di mio. Chi parla di suo cerca la propria gloria; ma chi cerca la gloria di colui che l'ha mandato, è veritiero e non vi è ingiustizia in lui” (Gv 7,15-18)
 

Se avesse studiato all'estero, i suoi compaesani avrebbero dovuto saperlo, “beh certo sa tante cose, ma le ha imparate nei suoi viaggi” e non essere stupiti dalla sua sapienza. Sapevano che non era un uomo colto ed istruito, ma solo il figlio del falegname. Invece ne erano sbalorditi. 

Recatosi nella sua patria, insegnava nella loro sinagoga, così che stupivano e dicevano: "Da dove gli vengono tanta sapienza e queste opere potenti? Non è questi il figlio del falegname? Sua madre non si chiama Maria e i suoi fratelli, Giacomo, Giuseppe, Simone e Giuda?  E le sue sorelle non sono tutte tra di noi? Da dove gli vengono tutte queste cose?" E si scandalizzavano a causa di lui. Ma Gesù disse loro: "Un profeta non è disprezzato che nella sua patria e in casa sua"” (Mt 13,54-57) 

La sapienza di Gesù ed i suoi miracoli, venivano dalla rivelazione diretta di Dio, dall'Unzione dello Spirito Santo che aveva ricevuto quando Giovanni Battista lo aveva battezzato in acqua. Certamente egli era non solo un uomo, ma era anche il Dio eterno, momentaneamente auto-limitatosi per potere vivere come un normale essere umano.
 Egli era veramente uomo e ciò che sapeva e faceva di soprannaturale non lo faceva come “Dio sul trono” ma come umile servitore del Padre, guidato dallo Spirito di Dio. Se Gesù Cristo avesse incontrato dei guru indù o dei maestri spirituali delle tradizioni orientali, non avrebbe di certo appreso da loro delle dottrine esoteriche. Li avrebbe prima di tutto liberati dagli spiriti che li legavano a queste false dottrine e falsi miracoli e poi li avrebbe invitati ad avere fede in Lui come Signore e Salvatore di modo che oltre che la liberazione potessero avere anche la salvezza. Quando i discepoli di Gesù hanno incontrato questi santoni-maghi-guru è successo proprio questo. Il confronto tra la potenza spirituale del Signore e quella dell'esoterismo/magia/gnosi è stato schiacciante: 

Giunti a Salamina, annunziarono la Parola di Dio nelle sinagoghe dei Giudei; e avevano con loro Giovanni come aiutante. Poi, attraversata tutta l'isola fino a Pafo, trovarono un tale, mago e falso profeta giudeo, di nome Bar-Gesù, il quale era con il proconsole Sergio Paolo, uomo intelligente. Questi, chiamati a sé Barnaba e Saulo, chiese di ascoltare la Parola di Dio. Ma Elima, il mago (questo è il significato del suo nome), faceva loro opposizione cercando di distogliere il proconsole dalla fede. Allora Saulo, detto anche Paolo, pieno di Spirito Santo, guardandolo fisso, gli disse: "O uomo pieno d'ogni frode e d'ogni malizia, figlio del diavolo, nemico di ogni giustizia, non cesserai mai di pervertire le rette vie del Signore? Ecco, ora la mano del Signore è su di te, e sarai cieco per un certo tempo, senza vedere il sole". In quell'istante, oscurità e tenebre piombarono su di lui; e andando qua e là cercava chi lo conducesse per la mano. Allora il proconsole, visto quello che era accaduto, credette, colpito dalla dottrina del Signore
(Atti 13,5-12). 
 

Or vi era un tale, di nome Simone, che già da tempo esercitava nella città le arti magiche, e faceva stupire la gente di Samaria, spacciandosi per un personaggio importante. Tutti, dal più piccolo al più grande, gli davano ascolto, dicendo: "Questi è "la potenza di Dio", quella che è chiamata "la Grande"". E gli davano ascolto, perché già da molto tempo li aveva incantati con le sue arti magiche. Ma quando ebbero creduto a Filippo che portava loro il lieto messaggio del regno di Dio e il nome di Gesù Cristo, furono battezzati, uomini e donne. Simone credette anche lui; e, dopo essere stato battezzato, stava sempre con Filippo; e restava meravigliato, vedendo i miracoli e le opere potenti che venivano fatti
(Atti 8,9-13)
 

Mattia:“Una persona che ha passato la sua vita a studiare, sperimentare, crescere e insegnare vorrebbe la stessa cosa da parte dei suoi allievi, non pensi?”
 

Assolutamente sì. Ti dirò che negli ultimi anni ho  parlato con almeno cinquanta persone di questi temi in modo molto approfondito. Ed ho notato una reazione costante di cui ti sto per parlare... Oggi va molto di moda seguire queste tesi sul “Gesù segreto che ha viaggiato in oriente”, ma quando si invitano coloro che credono in queste cose a verificare le fonti, a cercare materiale storico che comprovi queste tesi, questi seguaci del Gesù segreto, cambiano subito argomento e si rifiutano nel modo più ostinato di mettere in discussione ciò che hanno letto nei libri di esoterismo che presentano questo  Gesù diverso (che non è mai esistito).
 Come mai questo grande timore di un serio confronto? Hai idea ad esempio di cosa resta della dottrina oggi di moda, secondo cui Gesù e la chiesa primitiva avrebbero insegnato la reincarnazione, dopo una seria analisi storica?
http://www.christianismus.it/modules.php?name=News&new_topic=10 

Lo dico con tristezza, ma sono assolutamente sicuro che la maggior parte di coloro che leggono queste righe non prenderanno minimamente in considerazione quanto sto dicendo e documentando in questo testo, ed anziché leggere con calma i numerosi testi che ho linkato in questa lunga lettera, e cercare ulteriori fonti per documentarsi ancor meglio, continueranno a sostenere le “tesi new age” su Gesù, senza avere nemmeno considerato di poter essere nel torto, né avere fatto alcun approfondimento sistematico e serio. Non escludo che avranno anche reazioni negative verso il sottoscritto di rabbia, odio, false accuse di bigottismo e così via.


Infatti, se uno viene a predicarvi un altro Gesù, diverso da quello che abbiamo predicato noi, o se si tratta di ricevere uno spirito diverso da quello che avete ricevuto, o un vangelo diverso da quello che avete accettato, voi lo sopportate volentieri” (2Cor 11,4)
 

Costoro sono del mondo; perciò parlano come chi è del mondo e il mondo li ascolta. Noi siamo da Dio; chi conosce Dio ascolta noi, chi non è da Dio non ci ascolta. Da questo conosciamo lo spirito della verità e lo spirito dell'errore” (1Gv 4,5-6)
 

Non è un po' ingenuo buttare via il cristianesimo solo perché si è letto uno o due libri [pieni peraltro di menzogne e travisamenti storiche: nessuno storico anche se ateo crede al Gesù in India/Giappone!] che lo fanno apparire falso? Pensate davvero che chi segue il Gesù della Bibbia non abbia solide ragioni maggiori di questi affaristi che spargono falsità per intascare proventi da best-seller? [si pensi solo ai milioni di dollari fatti dal fantasioso codice Da Vinci!].
 

E' vero che le chiese istituzionali hanno fatto degli errori, anche teologici e dottrinali, non solo morali (inquisizioni, crociate, Galileo, ecc.), ma chi abbandona l'insegnamento cristiano basato sulla Bibbia per seguire questi “nuovi vangeli esotericheggianti” o peggio la new age nelle sue molteplici forme cade dalla padella nella brace, passando da un cristianesimo incompleto, imperfetto ma pur sempre con una sana radice, ad insegnamenti pericolosi ed ispirati dal nemico di Dio! (sono parole forti, ma se mi segui nella lettura fino a fondo lettera mi spiegherò meglio a riguardo).
 Inoltre Gesù non era un “ricercatore di Dio” che sperimentava, e acquisiva conoscenze, ma Dio stesso venuto per sfamare i cercatori di Dio. Gesù non era uno sperimentatore spirituale, ma l'esperienza che gli uomini cercavano allora e cercano oggi!Per alcuni Gesù era un mago, per altri un cabalista, per altri un comunista, per altri un pranoterapeuta. In sostanza  ognuno cerca di manipolare la sua figura per farlo aderire alla propria ideologia politica o religiosa! Ma pochi vanno alla fonte che il NT!  Io (ma non solo io) ho preso il Nuovo Testamento, lo ho letto da cima a fondo decine e decine di volte, e ciò che ne è  emerso è Gesù come Salvatore di ogni uomo che è disposto a cercarlo ed a credere in Lui come unico Dio.
http://www.chiesadipalmi.it/predicazioni/accetto.htm 

Gesù non ha insegnato una tecnica, una teoria, una dottrina, un messaggio di salvezza, una via; non insegnato come arrivare alla verità. Gesù ha presentato se stesso come il Dio eterno creatore dell'Universo. Egli ha indicato se medesimo come l'unico ponte in grado di farci attraversare il fossato che ci separa da Dio.
 

In nessun altro è la salvezza; perché non vi è sotto il cielo nessun altro nome che sia stato dato agli uomini, per mezzo del quale noi dobbiamo essere salvati".” (At 4,12) 
 

“Gesù gli disse: Io sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me”
( Gv 14,6)
 

Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna. Infatti Dio non ha mandato suo Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui. Chi crede in lui non è giudicato; chi non crede è già giudicato, perché non ha creduto nel nome dell'unigenito Figlio di Dio. Il giudizio è questo: la luce è venuta nel mondo e gli uomini hanno preferito le tenebre alla luce, perché le loro opere erano malvagie.” (Gv 3,16-19) 
 

Inoltre approfondendo la Bibbia si scoprono molte cose diverse da quelle che dice la chiesa ufficiale! Gesù si è battezzato da adulto, non da neonato, quindi anche noi dobbiamo battezzarci solo dopo che abbiamo creduto in lui (io infatti sono stato ri-battezzato in acqua all'età di 24 anni). Gesù aveva dei fratellastri e delle sorellastre, nati dall'unione di Giuseppe e di Maria dopo la sua nascita. Maria rimase vergine sino alla nascita di Gesù, ma poi dopo la sua nascita ebbe una normale vita coniugale con suo marito Giuseppe. Questo valorizza il matrimonio ed il sesso, spesso malvisti dalla chiesa ufficiale. Infatti i ministri di Dio secondo la Bibbia si possono sposare, ed il celibato dei preti è un errore.
 

Mattia: E infatti lui stesso ci dice che è venuto per semplificarci la strada, non per percorrerla al posto nostro.
 

Egli era un uomo perfetto e senza peccato. Dio che è perfetto e senza peccato  può accettare solo chi è perfetto e senza peccato come lui. Per questo nessun uomo può essere accettato da Dio. Ci serve qualcuno che sia perfetto e senza peccato e ci faccia da mediatore presso il Padre, e solo Gesù ha fatto questo. La salvezza è già stata acquistata da Gesù al prezzo del suo sangue, sta solo a noi ora riceverla. Questo non vuol dire che basta convertirsi a Cristo per essere “arrivati”. Basta per avere la certezza del cielo, ma per assomigliare a Gesù e crescere spiritualmente, c'è tutto il resto della vita in questo mondo. Pertanto la Bibbia ci presenta Gesù proprio all'opposto di ciò che hai scritto tu: Lui è colui che ha percorso per noi la strada verso Dio che noi non avremmo mai potuto percorrere!
[Modificato da CristianoRiformato 22/10/2009 20.22]
OFFLINE
Post: 101
Città: TORINO
Età: 37
Sesso: Maschile
22/10/2009 19.22

Mattia: Lui stesso ci dice che se seguiamo il suo esempio potremo compiere opere anche più grandi delle sue. Caro Mattia, quando si parla della Parola di Dio, bisogna analizzarla  a fondo e seriamente nel suo contesto. Leggi cosa dice in realtà il brano a cui alludi: “In verità, in verità vi dico che chi crede in me farà anch'egli le opere che faccio io; e ne farà di maggiori, perché io me ne vado al Padre” (Gv 14,12) Egli enfatizza la fede, non il comportamento come dici tu. Va tanto di moda parlare di morale e buon comportamento, ma di fatto si usano queste parole come uno schermo per non ammettere che si è dei peccatori perduti e bisognosi di redenzione. Alcuni discepoli di Gesù, che lo hanno seguito hanno ricevuto dei grandi doni da lui.  

http://www.diovive.com/ss_carismi/donispirit_clark.htm

http://www.diovive.com/ss_carismi/doni.htm 

Ci sono oggi nel mondo dei grandi predicatori della Parola di Dio come Reinard Bonnke e Carlos Annacondia, i quali fanno delle riunioni dove molte persone si convertono a Cristo e vengono guarite fisicamente. In una di queste riunioni, persino un morto (documentato come tale da due certificati di morte rilasciati da due ospedali) è ritornato in vita!
 
http://www.youtube.com/watch?v=xOSQy7GtXvU
http://video.google.com/videoplay?docid=2381789813880664075# 

Possiamo fare cose grandi per il Signore, ma seguendo ciò che insegna il Nuovo Testamento, esaltando e glorificando Gesù Cristo come unico Signore e Salvatore, non con una spiritualità ingenua e superficiale che vede Gesù come uno dei tanti maestri.
 

Mattia: “Il suo intento non era quello di diventare Dio: lo era già! Il suo intento era quello di spiegarci come fare. Come ricordare. Come vivere una vita degna di ciò che siamo veramente. Questo sì che è un atteggiamento d'Amore! E secondo me è il dono più grande e più bello”
 

Perfettamente d'accordo su quanto dici qui, ma per arrivare a questo, come già detto sopra dobbiamo seguire ciò che il Nuovo Testamento non fare l'esatto opposto di ciò che esso insegna!
 

Mattia: “La Bibbia è un bellissimo testo, molto più potente di quello che ci insegnano. Eppure anche noi la conosciamo e la studiamo in maniera filtrata e corrotta: ci sono problemi di traduzione, ci sono problemi di fonti, ci sono questioni molto serie di interpretazione e di comprensione”
 

Questo lo dicono gli esoteristi che fanno di tutto per farti credere che la Bibbia non è affidabile. Sappi che tutte le Bibbie oggi in commercio sono fedeli al testo originale ebraico e greco (che trovi anche su internet a disposizione di tutti, non come i documenti segreti che provano che Gesù è stato in Tibet, che nessuno ha mai visto!) , salvo delle sfumature interpretative minime.
 L'unica Bibbia davvero inaffidabile e manipolata è quella dei testimoni di Geova, ma se consulti una delle nostre Bibbie evangeliche o quella cattolica e le confronti, le troverai assolutamente uguali. Per esempio se vi leggerai i versetti che ho citato, sta pure certo che in nessuna Bibbia ed in nessun manoscritto troverai mai scritto “tutti gli uomini sono figli di Dio per natura e si può essere salvati anche senza credere in Gesù come unico Signore e Salvatore semplicemente cercando di comportarsi bene e rispettando tutti”. 

Mattia: La Bibbia come testo è stata redatta partendo da informazioni Sumere ed Egizie, mentre come strumento è stata codificata: si tratta infatti di un codice, un codice molto potente e preciso.
 

Quanto dici qui, mi conferma ancora che sei stato vittima in modo massiccio di davvero tante false informazioni. I  primi cinque libri della Bibbia sono Genesi, Esodo, Levitico, Numeri e Deuteronomio e sono stati scritti da Mosè nel 1450 a.C. circa dopo che Dio ebbe portato gli ebrei fuori dall'Egitto. E' vero che Mosè ha vissuto i primi suoi 40 anni in Egitto, ma se era un seguace della religione egiziana, come mai è stato usato come strumento dal Dio vero per fare prodigi, mandare sette terribili piaghe sull'Egitto e dimostrare così che gli dei egiziani non erano che spiriti imbroglioni ed impotenti? Se Mosè era seguace della religione egiziana, come mai quando gli ebrei adorano il vitello d'oro anziché elogiare il gesto, si arrabbia mortalmente per la loro colpa contro il Dio vero, il Dio di Abramo, Isacco e Giacobbe?
 Riguardo ai presunti codici della Bibbia, forse alludi al “Codice Genesi” di Michael Drosnin, ma si tratta solo di una bufala: in qualunque libro vi si possono vedere profezie, se si usa un certo software. Comunque basti pensare che Michael Drosnin, nel suo libro sopra citato aveva previsto la fine del mondo per il 2006! http://italiano.skepdic.com/codicegenesi.html 

Inoltre la Bibbia non è scritta in lingua sumera ed egizia, ma l'Antico Testamento è in ebraico ed alcune brevi parti in aramaico, mentre il Nuovo Testamento è in greco koinè. Dei testi scritti dagli autori originali ci sono le copie più numerose e vicine cronologicamente ad essi rispetto a qualunque altro testo. Pensa che la Bibbia è il testo più documentato di tutto il mondo antico, e che ci sono 10'000 manoscritti antichi per la Bibbia e solo 7 manoscritti per l'Iliade!
http://www.benmelech.org/bibbia/000-bibbia-affidabile.htm 

Gesù non ha mai invitato nessuno a nascondere dei segreti, o a celare le verità spirituali in codici misteriosi. Il suo intento era di divulgare il messaggio di salvezza di Dio, comprensibile a contadini, pescatori, schiavi, persone illetterate, non di nasconderlo e di riservarlo ad intellettuali coltissimi!
 

“Gesù gli rispose: "Io ho parlato apertamente al mondo; ho sempre insegnato nelle sinagoghe e nel tempio, dove tutti i Giudei si radunano; e non ho detto nulla in segreto”
(Gv 18,20)
 

In quel tempo Gesù prese a dire: "Io ti rendo lode, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e agli intelligenti, e le hai rivelate ai piccoli” (Mt 11,25-26). 
 

Mattia: Secondo te l'intento originario dei redattori di questo poderoso caposaldo della nostra civiltà era quello di creare degli schiavi?

Sono contento perché qui arrivi al dunque... per te essere un cristiano che crede nella Parola di Dio equivale ad essere uno schiavo! Ecco come la pensi! Perché? In base a ciò che hai sentito nella tua educazione cattolica (come il 99% degli italiani del resto!) Ma hai davvero letto tutto il Nuovo Testamento per intero con calma per almeno due volte?  

Molto probabilmente no, perché se lo avessi fatto di certo non diresti  una cosa tanto irreale e falsa. Forse non hai una vera realtà di cosa è una vera vita cristiana vissuta in una chiesa evangelica piena di Spirito Santo. Il massimo che hai in mente è probabilmente il partecipare ad una messa noiosa dove il  prete si mangia le parole e si fa fatica a non addormentarsi!
 In realtà ogni essere umano che non conosce Gesù, è già schiavo di Satana, e conoscendo Gesù Cristo come Signore si diviene veramente liberi! E' un po' come in Matrix quando Neo si risveglia! Perché non leggi della vita di queste persone?

http://www.benmelech.org/altre-religioni/induismo/induismo-chellappa.htm

http://www.benmelech.org/testimoni/ueli-wenger/ueli-wenger.htm

http://www.benmelech.org/testimoni/ruth-marti/ruth-marti.htm 

Considera poi questi versetti ad esempio: 

“Per questo è stato manifestato il Figlio di Dio: per distruggere le opere del diavolo”
(1Gv 3,8)
 

“Se dunque il Figlio vi farà liberi, sarete veramente liberi”
(Gv 8,36)

Chi riceve Gesù diventa libero davvero! 
Un mio caro amico ha sempre avuto problemi sociali per tutta la vita: da ragazzo era preso in giro dai compagni ripetutamente, aveva ovunque difficoltà ad inserirsi, nelle relazioni interpersonali le cose gli andavano sempre storte, nonostante cercasse in ogni modo di migliorare i suoi comportamenti, avesse fatto corsi di motivazione, letto libri, ecc.... Un giorno un pastore evangelico ha pregato per lui, e lo Spirito Santo ha rivelato a questo  pastore non solo i problemi che aveva (senza che nessuno gliene avesse parlato!), ma anche che erano dovuti ad uno spirito di rigetto che questo ragazzo aveva dentro di sé da tutta la vita. Il pastore ha scacciato lo spirito immondo nel nome di Gesù e questo mio amico da allora ha risolto tutti i suoi problemi legati alla sfera sociale!  

(N.B. Quando parlo di liberazione da spiriti come in questo caso, non devi pensare a scene forti come quelle del film “l'esorcista”, che sono casi rarissimi! In genere la persona per cui si prega affinché sia libera dall'influsso di Satana manifesta un semplice dolore all'altezza del petto, che continuando a pregare, quando lo spirito viene scacciato, svanisce. La persona per cui si è pregato vive una pace profonda e da quel momento vive senza quel problema legato a quello spirito. Invece se non ci sono legami spirituali, non c'è nessun sintomo di dolore, e quindi non succede niente. Durante quella preghiera invece questo mio amico ha sperimentato proprio quanto ho descritto).
 

Un altra persona che conosco sino a sei mesi fa era uno dei tanti giovani senza lavoro che purtroppo oggi affollano le grandi città, un pastore gli ha dato una profezia da parte del Signore nella quale era detto che nel giro di breve tempo avrebbe avuto dei grossi affari con un'azienda che avrebbe aperto di lì a breve... ed ora è diventato il responsabile commerciale di una azienda di recente apertura, proprio come gli era stato profetizzato!
 

Un mio conoscente era un ladro, bestemmiatore, che amava ubriacarsi, è stato in carcere diverse volte, ma quando ha conosciuto Gesù ha cambiato totalmente stile di vita, ed ora sta per essere ordinato pastore, ed è leader di giovani ferventi per Cristo!
 

Un altro ancora aveva praticato il Reiki, la Pranoterapia, la Magia bianca credendo che fossero energie di amore e positive, ma quando ha ricevuto la Parola di Dio nel suo cuore le “energie” si sono manifestate per quella che erano e sono tutte queste cose: spiriti infernali con lo scopo di ingannare e fare credere (a chi non conosce la Bibbia) che esiste la guarigione divina anche dove Gesù non è predicato correttamente! Anche lui dopo essere stato liberato da queste entità negative, ed avere per questo perso il “flusso reiki”, ha cominciato una nuova vita di serenità e pace in Cristo.
 

E per finire ti posso dire di un famoso calciatore dedito solo a cambiare una donna per sera ed a pavoneggiarsi con abiti firmati, ed ora predica la Parola di Dio in televisione e nei giornali, si chiama Nicola Legrottaglie ed ha anche scritto un bellissimo libro su quello che ha vissuto (che ti consiglio caldamente)
 

http://www.youtube.com/watch?v=V9waulfmgtc

http://www.youtube.com/watch?v=eEvGpuUzRfk


Mattia: "Oppure desideravano fornirci delle soluzioni e delle chiavi per raggiungere la libertà?” La chiave è conoscere il Signore, ma in modo VERO, come sopra descritto!  “Occorre arrivare in profondità nelle cose e tu questo lo sai bene” 

Sono perfettamente d'accordo sulla necessità della profondità nella ricerca. Ma è profondità credere che libri come “il vero vangelo segreto di Gesù tenuto nascosto dalla chiesa per 2000 anni” comprato al supermercato per dieci euro sia vero? Tanto più se dice delle cose in totale contraddizione con l'altro “vangelo segreto” nello scaffale a fianco!
 Che serietà c'è nel credere che l'esoterismo, la magia e lo spiritismo/channeling siano pratiche buone ed utili quando l'esperienza di centinaia di pastori evangelici (uguale a quella degli esorcisti cattolici) in tutto il mondo è che chi fa queste cose viene sempre legato da Satana e dai suoi spiriti? Ed adirittura continuare a fare queste cose come se nulla fosse? 

http://www.albertovitale.com/jmverlinde.pdf

http://www.youtube.com/watch?v=i7SW8D7W2VU 

Possibile che chi fa una semplice vacanza od un piccolo investimento in denaro, in genere analizza tutti i dati a sua disposizione in modo metodico al minimo dettaglio ricercando ed analizzando ogni particolare... per evitare brutte sorprese! Invece quando il primo impostore gli dice “non credere a ciò che dice Dio nella Bibbia, credi alle favole senza fondamento storico che ti dico io” gli si va dietro subito e senza nessun dubbio?
 Questo è proprio ciò che ha fatto Satana con i  primi uomini! 

“Il serpente disse alla donna: "Come! Dio vi ha detto di non mangiare da nessun albero del giardino?"  La donna rispose al serpente: "Del frutto degli alberi del giardino ne possiamo mangiare; ma del frutto dell'albero che è in mezzo al giardino Dio ha detto: "Non ne mangiate e non lo toccate, altrimenti morirete"".   Il serpente disse alla donna: "No, non morirete affatto; ma Dio sa che nel giorno che ne mangerete, i vostri occhi si apriranno e sarete come Dio, avendo la conoscenza del bene e del male"
(Gen 3,1-5)
 



1) Satana fa dire alla Parola di Dio delle cose che Dio non ha mai detto, basti pensare che Dio aveva vietato di mangiare non da tutti gli alberi del giardino, ma solo da quello della conoscenza!Dio il Signore ordinò all'uomo: "Mangia pure da ogni albero del giardino, ma dell'albero della conoscenza del bene e del male non ne mangiare; perché nel giorno che tu ne mangerai, certamente morirai"” (Gen 2,16-17) Il diavolo cercava (e cerca anche oggi!) di mettere confusione. Eva risponde che Dio aveva vietato di mangiare e toccare l'albero, mentre invece era vietato solo il cibarsene. Allo stesso modo oggi Satana fa apparire Dio come qualcuno che è cattivo e vieta alle persone le cose buone della vita, mentre non è vero, e le persone che cascano nel tranello cominciano a pensare che Dio vieti delle cose che non ha vietato (come Eva che pensava che fosse vietato toccare l'albero, mentre era solo vietato mangiare da esso). 

2) Satana cerca di seminare il dubbio sulla Parola di Dio, fa credere che il Signore sia un bugiardo e che disubbidendo a Lui possiamo avere più vantaggi che ubbidendogli “non morirete affatto, non esiste la morte spirituale, non esiste l'inferno” come dicono oggi molti pseudo-cristiani.
 

3) Satana promette infine una conoscenza superiore, ci fa credere che abbandonando il Dio della Bibbia e seguendo un percorso di auto-divinizzazione si possa diventare come Dio ed acquisire la conoscenza. Sarà un caso che in molte culture pagane il serpente è simbolo di saggezza e che ancora oggi una grande mole di conoscenze è visto dai newagers come una realizzazione spirituale importante? Conoscenza = gnosis in greco, da qui lo gnosticismo in tutte le sue forme, da qui i vangeli gnostici e bugiardi. Chiunque dica che l'uomo è dio nel suo essere più profondo, sta parlando per conto del serpente...
 

4) L'uomo cade nel tranello, pensa che Dio sia malvagio, che sia meglio disubbidirgli che ubbidirgli e viene cacciato dal giardino (luogo della presenza di Dio).

Se vogliamo vivere nella verità e nella pace eterna, seguiamo Gesù Cristo il Signore, non il serpente che ci parla tramite i suoi servitori contemporanei che ci distolgono dal conoscere davvero Gesù! Evitiamo di parlare ed agire come il serpente, mettendo in dubbio la Parola di Dio!
 

Mattia: “Hai il vantaggio di avere una fede così salda, perché non la usi per aumentare la tua consapevolezza, la tua conoscenza, il tuo Amore e di conseguenza la tua capacità di guidare con l'esempio?”

I tuoi consigli nell'ambito della formazione sono buoni Mattia, Dio ti ha dato dei talenti nel formare le persone!
Proprio per questo penso che persone come te, convertite a Cristo e passate da motivatori e formatori umanisti a motivatori e formatori cristocentrici siano di grandi benedizioni per tutti, e spero e prego che questa sarà la scelta che farai. Se lo desideri ti posso anche mettere in contatto con un mio amico e fratello in Cristo di Torino che svolge proprio la tua professione!
 

Sono certo che leggere quanto ti ho scritto ti ha sorpreso, in effetti non sono cose che si sentono dire tutti i giorni. Probabilmente è una delle poche volte nella tua vita in cui avrai la possibilità di sentire anche questa versione della realtà... Molti versetti biblici che ti ho citato probabilmente non li avevi mai sentiti prima di ora e ti hanno incuriosito...

infine ti invito: cerca Gesù, e se lo cercherai con tutto il cuore, lo troverai!
 
Dio ti benedica,
Un abbraccio ed un sorriso,Stefano  
[Modificato da CristianoRiformato 22/10/2009 19.31]
Amministra Discussione: | Chiudi | Sposta | Cancella | Modifica | Notifica email Pagina precedente | 1 | Pagina successiva
Nuova Discussione
 | 
Rispondi
Cerca nel forum

Home Forum | Bacheca | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 06.58. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2017 FFZ srl - www.freeforumzone.com